L’effetto Magnus

Un ultimo effetto del Teorema di Bernoulli è l’effetto Magnus, che viene applicato tantissime volte nello sport, come ad esempio il tennis o il calcio. Immaginiamo di avere a che fare con una palla lanciato in avanti, e che la palla ruoti in senso antiorario. A causa dell’attrito viscoso, la palla trascina con se l’aria che la circonda, mentre l’aria presente sulla traiettoria della palla scorre nel verso opposto al moto della palla. Ruotando in senso antiorario, sul lato destro la palla porta in avanti alcune molecole d’aria che vanno a scontrarsi con le molecole che scorrono in verso opposto, di conseguenza, in ossequio alla legge di Bernoulli, l’aria sul lato destro scorrerà più lentamente rispetto al lato sinistro, dove l’aria trascinata dalla palla avrà verso concorde rispetto al flusso presente sulla traiettoria e di conseguenza a velocità più alta. Come per la portanza, a velocità superiore corrisponde pressione inferiore, di conseguenza se lasciata ruotare in senso antiorario la palla riceverà una spinta da destra verso sinistra.

L'effetto Magnus come conseguenza del teorema di Bernoulli
L’effetto Magnus è un’altra conseguenza del teorema di Bernoulli e si verifica quando si ha un corpo, generalmente sferico, in rotazione.

Antonello

Antonello Porcheddu Pica

Lascia un commento