Folding@AirSardiniaVirtual.it & world Community Grid VS COVID19 – POSSIAMO FARE LA NOSTRA PARTE

PARTECIPA AI TEAM  CONTRO COVID19 POSSIAMO FARE LA NOSTRA PARTE


AIRSARDINIAVIRTUAL CONTRIBUISCE ALLA RICERCA SCIENTIFICA USANDO IL CALCOLO DEI SUOI PC
SCARICA IL SOFTWARE E ISCRIVITI AL NOSTRO TEAM, 267719 INSIEME POSSIAMO BATTERE IL COVID

E PARTECIPA CON NOI AI PROGETTI CHE STUDIANO L’ALZHEIMER,L’HIV, LA MALARIA, IL CANCRO E ADESSO LA BATTAGLIA CONTRO IL COVID

SCARICA IL SOFTWARE QUI

AVVIA ANCHE TU FOLDING@HOME  UN SOFTWARE CHE TRAMITE LA SIMULAZIONE PARTECIPA ALLO SVILUPPO DELLA RICERCA SCIENTIFICA.

OPPURE IL SOFTWARE DI WORLD COMMUNITY GRID  

WORLD COMMUNITY GRID INCORPORA TUTTI I PROGETTI  DI folding@home
anche li potete registravi per il team AIRSARDINIA

LE NOSTRE STISTICHE

WorldCommunityGridOverview.December2018.pdf

 alcuni dei progetti attivi e completati
https://www.worldcommunitygrid.org/research/viewAllProjects.do

potrete usare anche i vostri smartphone per contribuire.Locandina

-19

 

Folding@home lavora da casa mentre si fanno altre cose.

Mentre continuate con le vostre attività quotidiane, il computer sarà al lavoro per aiutarci a trovare cure per malattie come il cancro, SLA, Parkinson, Huntington, l’influenza e molti altri.

Avrai il privilegio di dire anch’ìo ho contribuito come milioni di altri alla ricerca scientifica.

Folding@home (talvolta abbreviato come FAH o F@h) è un progetto che utilizza il calcolo distribuito per simulare e studiare diversi fenomeni, quali il ripiegamento delle proteine, la progettazione di farmaci e altri tipi di dinamiche molecolari. Il progetto usa la potenza di calcolo inutilizzata di migliaia di PC di proprietà di volontari, che hanno deciso di installare e di eseguire un apposito software sul proprio computer. Il suo scopo principale è quello di determinare i meccanismi di ripiegamento delle proteine, che è il processo mediante il quale le proteine raggiungono la loro struttura tridimensionale finale, e di esaminare le cause che portano ad errati ripiegamenti delle stesse.

Quest’ultimo fenomeno è di notevole interesse nella ricerca medica, in quanto ha implicazioni dirette su molte patologie quali la malattia di Alzheimer, la malattia di Huntington e molte forme di cancro, oltre ad altre malattie. In misura minore Folding@home cerca anche di prevedere la struttura finale di una proteina e di determinare come altre molecole vadano ad interagire con essa, un’attività molto utile per la ricerca farmacologica. Folding@home è sviluppato e gestito dal laboratorio Pande alla Stanford University, sotto la direzione del professor Vijay Pande, ed è condiviso da varie istituzioni scientifiche e laboratori di ricerca in tutto il mondo.[2]

Il progetto è stato pioniere nell’uso nel calcolo distribuito di schede video e console da gioco, più precisamente la PlayStation 3. La metodologia di simulazione impiegata, basata sulla statistica, rappresenta un cambiamento di paradigma rispetto ai tradizionali approcci computazionali.[3] Il software in esecuzione sui computer dei volontari si collega ad un server del progetto, riceve un piccolo frammento (work unit) di una simulazione completa, effettua su tale frammento i calcoli richiesti e restituisce il risultato al server, dove le work unit vengono assemblate nella simulazione completa.

I volontari possono tenere traccia dei loro contributi sul sito web Folding@home sotto forma di un punteggio basato sul lavoro totale svolto, il che rende la partecipazione dei volontari competitiva ed incoraggia il coinvolgimento a lungo termine.

Folding@home è uno dei sistemi di calcolo più veloci del mondo, con una velocità di oltre 100 petaFLOPS,[4] ovvero più potente di tutti i progetti in esecuzione sulla piattaforma di calcolo distribuito BOINC messi insieme. Il progetto è stato anche il simulatore di dinamica molecolare più potente del mondo fino alla metà del 2011. Queste caratteristiche hanno consentito di effettuare simulazioni molto più complesse e lunghe di quanto precedentemente realizzato con strutture informatiche tradizionali. Dal suo lancio il 1º ottobre 2000, il laboratorio di Pande ha prodotto 109 articoli di ricerca scientifica basati sull’attività di Folding@home.[5] Le prove sperimentali in seguito realizzate concordano con i risultati delle simulazioni.

SITI CHE SPIEGANO COSA E’ IL CALCOLO DISTRIBUITO OVVERO COME FUNZIONA FOLDING@HOME

https://www.howtogeek.com/663539/how-to-fight-coronavirus-with-foldinghome-and-a-gaming-pc/
https://www.oglioponews.it/2020/04/14/folding-at-home-stando-al-computer-dare-mano-concreta-coronavirus/

Print Friendly, PDF & Email