Tour Russia

Mio padre mi lasciò, fra i suoi ricordi, due libri: “Nikolajewka: c’ero anch’io” scritto da Giulio Bedeschi e “Centomila gavette di ghiacco” dello stesso autore.
Anche questo è un pezzo della nostra storia che sta per essere dimenticato. Non è stato semplice risalire a fonti storiche per identificare i luoghi che nel tempo hanno cambiato nome o sono scomparsi.
Ecco che, piano piano, partendo da qui (http://www.maserada.com/pasubio.htm) e poi proseguendo (http://www.campagnadirussia.info/documenti/testi/testi-a-cura-di-paolo-plini/) e continuando ad aprire link continui, il percorso dei nostri soldati dal suolo italiano a quello russo ed il rientro di coloro che ce l’hanno fatta, ha iniziato a prendere forma.

Sono molti i filmati su youtube che parlano della ritirata. Fra i tanti, proprio perchè inerente a questa nostra iniziativa finalizzata al ricordo, vi invito a dare un’occhiata a questo filmato: https://www.youtube.com/watch?v=y9lYBe52Goc
Inizialmente, a causa dei diversi simulatori utilizzati, ritenni inutile realizzare solo per X-Plane gli aeroporti della nostra Regia Aeronautica in terra di Russia, lasciando ai piloti virtuali la difficoltà di atterrare “nei prati”, vista la mancanza, nel territorio interessato, di basi aeree utilizzabili. Ora, grazie ad Antonello SDG001 che si è fatto carico di realizzare i 6 aeroporti mancanti, ho ritenuto il momento di realizzarli per XPL ed ora sono disponibili.
Purtroppo non sono riuscito ad avere notizie dettagliate di due aeroporti e quindi mi sono trovato costretto ad immaginare la loro posizione, in base alla località ed al terreno circostante. Degli altri 4 esistono ancora oggi le tracce ben visibili su Google Earth ed il lavoro è stato più semplice.

Un altro adattamento è stato quello di seguire il filo logico tipico del Tour. Quindi si parte dall’aeroporto A per arrivare al B, seguire per il C ecc ecc.
Questo ha portato ad un adattamento nella successione dei luoghi da sorvolare che non rispetta l’evento cronologico storico dei fatti.
Vi invito, se avete intenzione di effettuare questo tour, a prendere più informazioni possibili a riguardo, nel rispetto dei nostri morti e di quello di tutte le persone che hanno lavorato e continuano a farlo per mantenere vivo il loro ricordo.

Il tour dovrà essere effettuato con il Cessna 172 ed in puro VFR. Quindi, a parte l’eccezione di una tratta che prevede il passaggio su un VOR ed un NDB, si vieta l’utilizzo di qualsiasi sistema di navigazione, compreso il divieto di connessione al simulatore da parte di software tipo Little Nav Map o Plan G.

In totale, sono circa 4000 miglia di volo da fare. Nelle leg del tour avete i piani di volo da seguire e le quote minime da rispettare. Vi auguro, mantenendo il rispetto dovuto, buon divertimento.

REGOLE DEL TOUR: 

  1. Il velivolo da utilizzare deve essere un Cessna C172 normale, non il G1000. 
  2. Prima di percorrere una tratta ricordarsi di prenotarla
  3. Alcuni atterraggi dovranno essere effettuati nelle campagne non essendoci aeroporti in zona.
  4. In caso di atterraggi nei campi, nell’ACARS riportare l’ICAO dell’aeroporto indicato nella tratta da percorrere come arrivo ma poi atterrare nel luogo indicato e riportarlo nelle note
  5. In caso di decolli dai campi, nell’ACARS riportare l’ICAO dell’aeroporto indicato nella tratta da percorrere come partenza. L’ACARS vi segnalerà la discrepanza fra l’aeroporto indicato come partenza e la località che gli indica il simulatore, Confermate che siete nel posto giusto e proseguite con il volo normalmente. Riportare sempre la partenza reale nelle note
  6. Se avete problemi per la pianificazione, chiedete un aiuto a Marco SDG002.

Gli aeroporti della Regia Aeronautica sul suolo russo sono disponibili per X-Plane. Per ottenerli richiederli a Marco SDG002

 

Print Friendly, PDF & Email